NELLA RICORRENZA DEL 6 LUGLIO – SANTA MARIA GORETTI

MARIA GORETTI DA CIRCA 10 ANNI E' SEMPRE IN CATTEDRALE

Si ricorda che la Cattedrale era davvero gremita di gente alla Messa delle 9.15 di domenica 20 marzo 2011,  durante la quale l'immagine di Santa Maria Goretti aveva finalmente preso posto nella Cattedrale cittadina, in cui rimarrà sempre visitabile,

La Sacra immagine della giovane Santa che sostò in Cattedrale l'anno 2010 dal 14 al 18 Marzo, attirando diverse migliaia di persone in pellegrinaggio, è patrimonio della Città di Adria.

Molti i bambini, ragazzi e giovani erano allora presenti, dai gruppi catechistici parrocchiali al Gruppo Scout Adria2, dai più piccoli della Scuola d'Infanzia di via Turati al Coro Aquaviva dei giovani, fino agli animatori del Centro Giovanile San Pietro; erano presenti anche i gruppi parrocchiali che avevano collaborato strettamente alla Settimana Commemorativa 2011, come il Gruppo del Venerdì e i Genitori Ancora.

Ancora una volta Santa Maria Goretti aveva unito tutti, come è risultato evidente soprattutto nel momento conclusivo nel quale i bambini presenti, invitati dai Sacerdoti, avevano letteralmente circondato l'Immagine portando in mano fiori bianchi presi dalle case e dai giardini: una corposa processione di bambini e fiori, muovendosi lentamente fra la tanta gente, aveva quindi accompagnato il Quadro al suo posto definitivo nella Chiesa di San Giovanni, accanto al Trittico delle Sante Teresa, Rita e Bernardette.

Il passaggio fra la gente della Sacra immagine della dodicenne Maria Goretti, che subì la violenza e la morte, era stato commovente, animato da canti festosi e accompagnato dal segno di croce dei presenti, e anche dalla commozione di molti, memori del passaggio nella Cattedrale delle spoglie mortali della Santa nel marzo 2010.

La rappresentazione pittorica della Santa è unica per la Cattedrale di Adria, eseguita dal pittore fiorentino Graziano  Martini (donata dalla famiglia Felice Cassetta di Adria), e si aggiunge ai grandi ritratti eseguiti sulla base dei ricordi familiari dei lineamenti della bambina: è uno splendido volto di giovane pulita, dagli occhi profondissimi, segnato da una sottile aureola, su un bellissimo fondo verdemare.

A lei (e alla sua sosta in Cattedrale) era stata dedicata una Mostra fotografica e multimediale nel palazzo del Vescovado, frequentata da oltre 1000 visitatori.

IMG_8550 IMG_8587 IMG_8667

I commenti sono chiusi