ALTERNANZA SCUOLA-LAVORO AL MUSEO DELLA CATTEDRALE

Continua con successo il progetto di alternanza scuola-lavoro ”Guide volontarie” al Museo della Cattedrale con gli allievi dell’Istituto Alberghiero “Cipriani” di Adria nel ruolo di guide speciali per il pubblico.

Il prossimo appuntamento è in programma sabato 23 marzo dalle 10 alle 12. I giovani studenti, lo scorso sabato 16 marzo, hanno accolto anche la visita di un gruppo dell’Università popolare di Camponogara, accompagnato dalla dott.ssa Elisa Corrò, archeologa e ricercatrice dell’Università Ca’Foscari di Venezia, che si è occupata dello studio del territorio adriese nel periodo compreso tra il tardo antico e l’altomedioevo tra cui le origini della “cripta”, ossia quello che oggi resta della cattedrale altomedievale.

Il Museo della Cattedrale di Adria come tutti i sabati, il 23 marzo sarà aperto al pubblico con la presenza degli studenti del IV° e del V° anno dell’indirizzo turistico dell’Istituto Alberghiero “Cipriani” di Adria, che accompagneranno i visitatori lungo il percorso espositivo. In questo periodo, i ragazzi si stanno mettendo alla prova con ottimi risultati, testando a contatto con il pubblico le conoscenze teoriche apprese durante la prima parte di un progetto formativo di alternanza scuola-lavoro, avviato grazie alla collaborazione tra il direttore del Museo della Cattedrale Aldo Rondina, la prof.ssa dell’Istituto “Cipriani” Nadia Ferrarese ed il sostegno dell’Associazione Maestri del Lavoro Consolato Prov. le di Rovigo.

Nella prima fase del programma, gli studenti del “Cipriani” con il supporto dei propri docenti e seguendo un corso di lezioni tenute dai responsabili del museo, hanno appreso e studiato il significato delle opere esposte ed imparato a guidare gli ospiti lungo il percorso culturale, artistico e religioso del Museo della Cattedrale di Adria.

Il progetto è un’ottima occasione formativa per gli studenti, favorisce la loro consapevolezza riguardo il patrimonio storico del territorio ed aumenta la loro attenzione riguardo le tematiche legate alla gestione e alla valorizzazione dei beni culturali-ecclesiastici. Mettendo assieme conoscenze teoriche e pratiche, questo progetto di cittadinanza attiva servirà ai ragazzi per accrescere la sicurezza in se stessi, anche in vista di futuri impegni lavorativi.

Gli allievi coinvolti sono in tutto 22, 10 di classe V° e 12 di classe IV°, al termine del progetto saranno valutati con una prova esperta.

dottor Edoardo Zambon – tutor progetto formativo

visita Univ Pop Camponogaran.2

I commenti sono chiusi