COME SEMPRE, GLI SCOUT

MANIFESTO SCOUT 2

Apre l'anno il Gruppo Adria 2 della Cattedrale e di San Vigilio

Sabato pomeriggio 21 ottobre apre l'attività del Gruppo Scout Adria 2  che fa riferimento alle Parrocchie della Cattedrale e di San Vigilio di Adria. I Lupetti, le Guide e gli Esploratori, i Rovers e le Scolte, insieme ai loro Capi indosseranno di nuovo le loro uniformi per la ripresa delle attività invernali, anche se in realtà non sono rimaste tanto negli armadi, dato che solo qualche settimana fa alla fine di agosto si concludevano le intense attività estive del Gruppo: chi è stato in montagna per le Vacanze di Branco, chi è salito sui Monti Lessini per piantare le tende e le cucine per il Campo Estivo, e chi ha preso lo zaino per il Campo mobile che ha condotti i più grandi a Roma dal Papa.

Dopo un'estate così intensa la giornata di apertura convoca i ragazzi e i simpatizzanti del Gruppo alle ore 16.30, di Sabato 21 ottobre, in Piazzetta San Nicola, presso la Chiesa dei Caduti, davanti alla quale si svolgeranno l'alzabandiera e la cerimonia di apertura dell'anno. Poi ci saranno i "passaggi" dei ragazzi più grandi verso le Unità successive, una sorta di consegna di testimone, accompagnato dall'assegnazione delle specialità e delle benemerenze scout. Il pomeriggio di attività si concluderà con la S. Messa in Cattedrale alle 18.30, celebrata da don Luca Borgna, Assistente del Gruppo.

"L'attività scout in Città ha radici antiche e profonde." - Raccontano i Capigruppo Fabio e Giulia, assieme a don Luca -  "Si parla addirittura dell'anno 1922, quando in Cattedrale prese avvio la prima unità. Da allora di anni ne sono passati molti, e molti in Città hanno un fazzolettone a casa. Tuttavia questa tradizione chiede un continuo rinnovamento ed un adeguamento ai tempi ed alle esigenze educative dei ragazzi. Occorrono sempre nuove figure di adulti significativi che si mettano a disposizione dei giovani, adulti che siano disposti a continuare la loro formazione, non sentendosi mai "arrivati", ma continuamente stimolati a crescere. Per questo l'attività scout chiede impegno soprattutto da parte degli adulti, dei Capi e delle famiglie per offrire ai ragazzi una possibilità di crescita personale, per giocarsi i loro talenti, per metterli a contatto con la natura a con se stessi. Siamo convinti che lo scoutismo abbia in se gli anticorpi per salvare i ragazzi da quella deriva virtuale che molto spesso li stacca dalla realtà. Vivere all'aria aperta, vivere sfide manuali e sportive, stare a stretto contatto con i coetanei è una grande scuola che renderà i nostri ragazzi più sicuri di sè, più autonomi,  più pronti ad affrontare le sfide del loro futuro." L'attività del Gruppo di svolgerà nella sede presso il Centro Giovanile San Pietro, recentemente rinnovata, e presso gli ambienti della Scuola "S. Teresa" della Parrocchia di San Vigilio, nei sabati e nelle domeniche.

scout1 scout2 scout3 scout5 scout6 scout7 scout8 scout9

I commenti sono chiusi